Sveglia!

La vita prende direzioni diverse da quelle che avevamo pianificato. Succede (quasi) sempre ma – non si sa perché – continuiamo a meravigliarcene. Viviamo così sotto controllo che, anche quando il cambiamento di rotta si è deciso a mostrarci i paesaggi spettacolari per cui valeva la pena fare una deviazione, continuiamo a coltivare il dubbio che avremmo dovuto, avremmo potuto, sarebbe stato meglio se… “Lasciare andare” nella nostra cultura occidentale è la forma più abominevole di peccato. A meno che non ci arrivi per sfinimento.

In questo inverno Soultrotters l’ho lasciato andare. Non per scelta, ma mio malgrado. Me ne ero occupata così tanto, per tanti giorni e tante notti, che mi aveva esaurita. Avevo bisogno di fare altro, pensare ad altro, creare altro. La vita, quell’entità imprevedibile di cui parlavamo prima, mi ha praticamente obbligato a farlo. Detto in gergo, c’ho avuto i miei cazzi. E poi questa creatura mi aveva anche messo in una posizione scomoda, che non ero pronta ad accettare: quando esci all’aria aperta c’è il sole ma pure la pioggia e la grandine e capita che, se sei senza ombrello, ti prendi una bella lavata con conseguente raffreddore. E così questo blog, che voleva essere un altro luogo di dialogo da costruire, è rimasto in silenzio.

Ma è arrivata la primavera, fuori c’è il sole e – anche se non ci fosse – sono più pronta per fregarmene. Mi prendo la responsabilità di quella deviazione, in un luogo silenzioso e riparato, e ritorno sulla strada che voglio percorrere. Non è la stessa che avevo pianificato, perché il mio modo di muovermi è cambiato, anche grazie a questo inverno brullo ed essenziale. È arrivato il momento di togliere il freno a mano, puntare l’orizzonte e accelerare. La soultale di oggi, dedicata a Slavoj Žižek, si intitola: “Sveglia!”. Scelgo che questo sia un altro buongiorno.

Patti

Share This

1 comment

  1. Pingback: Keep going! - SOULTROTTERS' blog

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *