Intervista a GIUSEPPE LA SPADA, Der Suchende (colui che cerca)

  • Intervista a GIUSEPPE LA SPADA, Der Suchende (colui che cerca)

Soulteller, souldrawer e/o soulvoice?

Souldrawer.

Perché hai scelto di partecipare al progetto Soultrotters?

Perché credo che – in un mondo che ha perso l’orientamento – sia importante trovare dei nuovi punti di riferimento. Specialmente se il messaggio di questi modelli è quello che solo tu puoi essere la tua stella polare.

Qual è il soultrotter a cui ti sei ispirato che ti ha coinvolto di più e perché?

Cristóbal Jodorowsky per la libertà con cui ho potuto interpretarlo.

Non ci piacciono le semplificazioni, siamo tutti esseri umani complessi dall’animo caleidoscopico. Ma prova a raccontarti come fanno i bambini: giocando al “Se fossi…”.

Se fossi un colore…

Blu mare siciliano in un giorno d’estate.

Se fossi un sapore…

Gelo di anguria.

Se fossi una citazione…

“Si è soli con tutto ciò che si ama.” (Novalis)

Se fossi un libro…

“Lo Spirituale nell’Arte” di Vasilij Vasil’evič Kandinsky.

Se fossi un film…

“Al di là delle nuvole” di Antonioni e Wenders.

Se fossi una canzone…

“Merry Christmas Mr Lawrence” di  Ryuichi Sakamoto.

Un fatto storico che avresti voluto vivere o un evento a cui avresti voluto assistere…

Lo sbarco sulla luna, essere lì a fotografarlo.

Il momento della giornata o il gesto quotidiano che preferisci…

Il dormiveglia, quando mi sveglio prima del solito e ho delle “visioni”. La prima volta che mi immergo in acqua d’estate e sento che è passato un anno e ancora ci sono.

Un luogo che vorresti visitare…

Il Tibet.

Regalaci un’ispirazione per le prossime ore…

“In ogni caso tutta questa vostra tecnologia, tutte queste fabbriche e marchingegni e tutto questo agitarsi affannosamente per poter lavorare di meno e mangiare di più, non sono che stampelle, protesi. L’umanità invece esiste per creare, per creare opere d’arte. Questo per lo meno è disinteressato, a differenza di tutte le altre azioni umane”. (Stalker Andrej Arsenevič Tarkovskij)

Grazie, Giuseppe.

Share This

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *