Intervista a CHIARA PELLEGRINI, la lampionaia riservata

Intervista a CHIARA PELLEGRINI, la lampionaia riservata

Soulteller, souldrawer e/o soulvoice?

Soulteller.

Perché hai scelto di partecipare al progetto Soultrotters?

Perché raccontare le vite degli uomini, ascoltarle, è una passione che scelgo di vivere.

Qual è il soultrotter a cui ti sei ispirato che ti ha coinvolto di più e perché?

Frida Kahlo: una grande artista, una grande donna.

Non ci piacciono le semplificazioni, siamo tutti esseri umani complessi dall’animo caleidoscopico. Ma prova a raccontarti come fanno i bambini: giocando al “Se fossi…”.

Se fossi un colore…

Rosso, in tutte le sue sfumature.

Se fossi un sapore…

Bacio, il cioccolatino.

Se fossi una citazione…

“Io dico che c’era un tempo sognato che bisognava sognare.” (Ivano Fossati)

Se fossi un libro…

“Tre cavalli” di Erri de Luca.

Se fossi un film…

“Last Night” di Massy Tadjedin.

Se fossi una canzone…

“Dove ho visto te” di Jovanotti.

Un fatto storico che avresti voluto vivere o un evento a cui avresti voluto assistere…

Lo sbarco di Cristoforo Colombo nelle Americhe.

Il momento della giornata o il gesto quotidiano che preferisci…

Ogni tramonto. Qualche alba.

Un luogo che vorresti visitare…

La foresta amazzonica e il Rio delle Amazzoni in Brasile.

Regalaci un’ispirazione per le prossime ore…

Ogni persona dovrebbe interessarci, ogni corpo, ogni anima.

Grazie, Chiara.

Share This

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *