Intervista a SABRINA LORENZONI, la curiosa di natura

Intervista a SABRINA LORENZONI, la curiosa di natura

Soulteller, souldrawer e/o soulvoice?

Soulteller.

Perché hai scelto di partecipare al progetto Soultrotters?

Patti Spinetta e il suo progetto mi hanno tagliato la strada e non ho potuto fare a meno di inciampare. Così ho osservato il progetto per bene. E poi, ha vinto la curiosità di partecipare a questa iniziativa e conoscere persone che hanno tanto da dirci e da darci, sia i soultrotters che i soulmakers.

Qual è il soultrotter a cui ti sei ispirato che ti ha coinvolto di più e perché?

Ognuno di loro ha qualcosa di speciale e bisognerebbe imparare una piccola cosa da ciascuno, ma mi ha ispirato da sempre Albert Einstein perché dà molta importanza alla fantasia e all’immaginazione.

Non ci piacciono le semplificazioni, siamo tutti esseri umani complessi dall’animo caleidoscopico. Ma prova a raccontarti come fanno i bambini: giocando al “Se fossi…”.

Se fossi un colore…

Il verde che sconfina nel blu.

Se fossi un sapore…

Fragole e gelato fiordilatte con un’abbondante spruzzata di cacao.

Se fossi una citazione…

“Ogni donna è una ribelle e di solito violentemente in rivolta contro sé stessa.” (Oscar Wilde)

Se fossi un libro…

“Narciso e Boccadoro” di Hermann Hesse.

Se fossi un film…

“Chocolat” con Juliette Binoche e Johnny Depp.

Se fossi una canzone…

“Imagine” di John Lennon.

Un fatto storico che avresti voluto vivere o un evento a cui avresti voluto assistere…

Avrei voluto imbarcarmi sul Beagle con Charles Darwin, per girare il mondo e visitare le Galapagos.

Il momento della giornata o il gesto quotidiano che preferisci…

Il caffè appena alzata e una ricca colazione, quando stomaco, cervello e cuore chiedono energia per iniziare una nuova giornata.

Un luogo che vorresti visitare…

Istanbul, la Roma d’Oriente.

Regalaci un’ispirazione per le prossime ore…

Rallenta! Anche solo per cinque minuti al giorno, rallenta!, e goditi davvero le righe che stai leggendo, le note della musica nell’aria, i colori della natura, gli occhi di chi ti sta parlando.

Grazie, Sabrina.

Share This

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *