Intervista a ANNA NOVELLO, la donna con gli occhi da bambina

  • Intervista a ANNA NOVELLO, la donna con gli occhi da bambina

Soulteller, souldrawer e/o soulvoice? 

Soulteller e soulvoice.

Perché hai scelto di partecipare al progetto Soultrotters? 

Mi sono sempre lasciata influenzare da chi ha vissuto e incarnato il cambiamento senza cadere nella tentazione di volerlo trasformare in insegnamento o imperativo. Credo che il mondo abbia bisogno di esempi e non di predicatori. Soultrotters era un’ottima occasione per dare voce a uomini e donne di questo tipo.

Qual è il soultrotter a cui ti sei ispirato che ti ha coinvolto di più e perché

Louise Veronica Ciccone: ho passato quasi due mesi in sua compagnia. Pensavo che parlarle sarebbe stato semplice e lei sarebbe stata dirompente, colorata e molto pop. Invece no. Per giorni è rimasta lì, muta. Immobile. Finché, nel mio osservarla in silenzio, sono riuscita a percepire finalmente il bisbigliare della sua preghiera.

Non ci piacciono le semplificazioni, siamo tutti esseri umani complessi dall’animo caleidoscopico. Ma prova a raccontarti come fanno i bambini: giocando al “Se fossi…”.

Se fossi un colore… 

Azzurro.

Se fossi un sapore… 

Un sacchetto di pop corn e un bicchiere di succo di mela limpida.

Se fossi una citazione… 

“Imprevisti. Soluzioni geniali. E miracoli.” (Giuliana Musso)

Se fossi un libro… 

“Medea” di Christa Wolf.

Se fossi un film… 

“Io e Annie” di Woody Allen.

Se fossi una canzone… 

Where the wild roses grow di Nick Cave & The Bad Seeds, feat. Kylie Minogue.

Un fatto storico che avresti voluto vivere o un evento a cui avresti voluto assistere… 

Avrei voluto assistere alle poche date del tour di “The Wall” dei Pink Floyd del 1980 e avrei voluto vivere in una delle antiche società gilaniche.

Il momento della giornata o il gesto quotidiano che preferisci… 

La mattina, quando il mio minicane si arrampica tra le lenzuola per leccarmi la faccia e mi sveglia.

Un luogo che vorresti visitare… 

La Terra del Fuoco e Stonehenge. Alla fine però, mi accontento di un grande campo di girasoli.

Regalaci un’ispirazione per le prossime ore… 

Nessuna delle tue verità è tanto forte da zittire e intimidire quelle altrui.

Grazie, Anna.

Share This

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *