Category Archives: Soulmakers

Intervista a ROBERTA CECCHETTO, l’ottimista in erba

Intervista a ROBERTA CECCHETTO, l’ottimista in erba
Roberta avrebbe voluto assistere al discorso di Steve Jobs nel giugno 2005 all’università di Stanford. Ma siccome è impossibile - e per lei, come diceva Wilde, la felicità non è avere ciò che si desidera ma desiderare ciò che si ha - si accontenterebbe di andare a New York, ancora una volta e un'altra ancora. Perché di quella città non ne ha mai abbastanza.
Share This

Intervista a LAURA MARTIGNAGO, l’eterna indecisa

Intervista a LAURA MARTIGNAGO, l’eterna indecisa
Uno dei momenti dell'anno che Laura ama di più è l’autunno perché nel profumo dolciastro e malinconico di questa stagione ritrova se stessa. Le piace anche il primo sole che scalda appena nei pomeriggi primaverili. È un'ascoltatrice di istanti e sensazioni delicate, sottopelle.
Share This

Intervista a ELISA CAMPAGNARO, la cercatrice di interruttori

Intervista a ELISA CAMPAGNARO, la cercatrice di interruttori
Se fosse un sapore Elisa sarebbe quello della menta, del limone, della mandorla e della panna e rimane un mistero se sia uno a uno, a seconda dei momenti e della situazione, o mescolati tutti insieme in un gusto piuttosto originale. Ma lei non se ne preoccupa: è d'accordo con i Bluvertigo che "il messaggio è conservare bottiglie vuote".
Share This

Intervista a MARTINA DE CAMILLIS, la ladra di leggerezza

Intervista a MARTINA DE CAMILLIS, la ladra di leggerezza
Martina si nutre d'intensità: tra le sue opere preferite “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Kundera e “Ultimo tango a Parigi” di Bernardo Bertolucci. Ma è convinta che la leggerezza sia una qualità indispensabile per vivere la vita serenamente e per questo sta cercando di apprenderla da chi la possiede, scambiandola con il suo mondo complesso e profondo.
Share This

Intervista a BEATRICE AVALLONE, la foto-grafica egoista

Intervista a BEATRICE AVALLONE, la foto-grafica egoista
Per Beatrice non sempre gli occhi chiusi dormono, non sempre gli occhi aperti vedono. A lei piace infilarsi sotto le coperte, specialmente dopo una giornata stancante, e visitare almeno nei sogni la Terra di Mezzo inventata da Tolkien. Il modo in cui lei vede il mondo, invece, lo racconta al risveglio con la fotografia.
Share This

Intervista a GIUSEPPE LA SPADA, Der Suchende (colui che cerca)

Intervista a GIUSEPPE LA SPADA, Der Suchende (colui che cerca)
Giuseppe è il frutto della sua isola: se fosse un colore sarebbe il blu del mare della Sicilia, se fosse un sapore il gelo di anguria. Ha partecipato a Soultrotters perché crede che, in un mondo che ha perso l’orientamento, sia importante trovare dei nuovi punti di riferimento. Specialmente se il messaggio di questi modelli è quello che ognuno deve cercare in sé la propria stella polare.
Share This

Intervista a ERIKA SAGGIORATO, la fanciulla ballerina

Intervista a ERIKA SAGGIORATO, la fanciulla ballerina
Erika ama trasformarsi, immedesimarsi nei pensieri e nei sogni di chi la circonda e di chi non conosce. A volte si sofferma a guardare volti e sguardi per cercare di scoprire cosa si cela oltre l’apparenza. E infatti partecipa a Soultrotters perché le dà questa possibilità, assolutamente creativa ma anche aggrappata alla realtà, di raccontare come lei vede la vita.
Share This

Intervista a FILIPPO BORTOLON, lo scalatore sorridente

Intervista a FILIPPO BORTOLON, lo scalatore sorridente
Se fosse un libro, Filippo sarebbe uno dei saggi naturalisti di Maurice Maeterlinck: “La vita delle api”, “La vita delle formiche” o, forse, “La vita delle termiti”. Vorrebbe visitare la foresta amazzonica e ritrovare un po' di quell'energia primitiva che solo la natura sa regalare.
Share This