Category Archives: Soulmakers

Intervista a GIULIA BUTTOLO, la salvatrice di pixel

Intervista a GIULIA BUTTOLO, la salvatrice di pixel
Giulia è una ragazza testarda, un po’ complicata e dal pessimo orientamento. Seguire l’istinto e l’immaginazione è ciò che le riesce meglio, mentre le piace l’idea di fotografare più quel che sente che quel che vede. Considera quindi la fotografia una sorta di auto-coscienza, uno strumento per scoprire se stessi.
Share This

Intervista a MARGHERITA RUGLIONI, la riccia indomabile

Intervista a MARGHERITA RUGLIONI, la riccia indomabile
Margherita ama furiosamente il sole, il calore, il mare, la luce e l’altruismo. Adora viaggiare – lo fa anche in aereo, ma bacia terra all’arrivo – e visitare i mercati delle città. Ama gli amici con la A maiuscola, perché preferisce i pochi ma buoni, ha poca memoria ma difficilmente dimentica i torti.
Share This

Intervista a MONICA ALBERTON, il cuore nella bocca

Intervista a MONICA ALBERTON, il cuore nella bocca
Monica ama la gioia delle piccole cose: giocare con suo figlio e vederlo crescere, le belle chiacchiere con le amiche, i fiori, le risate, le torte di compleanno... e l'arte, per lei strumento di conoscenza di sé, di espansione, di evoluzione, di equilibrio. Nella vita si è trovata a percorrere strade che mai avrebbe pensato di intraprendere, ma proprio lì ha capito che i limiti sono stimoli a (ri)conoscere le proprie qualità.
Share This

Intervista a MATTEO VINCENTI, il paroliere a ore

Intervista a MATTEO VINCENTI, il paroliere a ore
La citazione scelta da Matteo per parlare di sé è di Gandhi: “Dobbiamo diventare il cambiamento che vogliamo essere”. Ed è Gandhi il soultrotters al quale si è ispirato perché gli ricorda che la forza, ai suoi massimi livelli, si esprime senza sopraffazione.
Share This

Intervista a FEDERICO FAGGION, il nomade urbano

Intervista a FEDERICO FAGGION, il nomade urbano
I film in cui Federico si rispecchia sono “Crash” di David Cronenberg, “Mulholland Drive” di David Lynch, “Le onde del destino” di Lars von Trier: atmosfere raffinate e complesse perché per lui il linguaggio del racconto rappresenta una visione sul mondo. Poi, però, ama anche la leggerezza di una serata trascorsa a cucinare per i suoi amici ascoltando David Bowie.
Share This

Intervista a ELENA GRIGGIO, la viaggia(t)trice sui trampoli

Intervista a ELENA GRIGGIO, la viaggia(t)trice sui trampoli
L'immaginario che ci regala Elena è quello di un'artista viaggiatrice. Dai testi di Amleto alle strade degli Stati Uniti, dai concerti dei Nirvana ai muri che separavano Berlino, si muove nel mondo con l'idea di accorciare le distanze. Perché ogni distanza per lei è solo un'illusione.
Share This