Category Archives: Human

Daily InspirAction_Human_Aida’s Interview

“Mi chiamo Aida Mbaye e Mbaye è il mio cognome. Ho 40 anni e lavoro alla discarica di Mbeubeuss. Appena mi alzo al mattino, inizio la mia giornata con la raccolta della spazzatura, delle scarpe usate, degli scarti di tessuto e di altre cose. Alcune persone dicono che il lavoro che faccio è sporco. Io invece vorrei dire a queste persone che per Aida quella sporcizia lì non è affatto disgustosa. E sai perché? Perché quello è il mio lavoro. E mentre tutti gli altri vedono solo sporcizia, ...
Share This

Daily InspirAction_Human_Ki-moon’s Interview

“Sono Ban-Ki moon e ho 70 anni. Sono il Segretario Generale delle Nazioni Unite. Sono nato in Corea. La Corea è molto povera ed è stata devastata dalla guerra nel 1950. Quando ero giovane pensavo: “Quale sarebbe il modo migliore per dare un contributo significativo alla mia società?” Ed è così che ho provato a mettermi al servizio del paese in cui vivevo.” Ban-Ki moon – USA
Share This

Daily InspirAction_Human_The horror is incomprehensible

“Quando avevo sette anni mio padre è andato in prigione per l’assassinio di Rabbi Meir Kahane e poi, nel 1993, ha coordinato il bombardamento del World Trade Center in cui hanno trovato la morte 6 persone mentre oltre 1000 sono rimaste ferite. E se fosse seduto davanti a me oggi gli chiederei perché ha scelto quella strada. Per ottenere una qualche fama? O forse in nome della sua religione?”
Share This

Daily InspirAction_Human_To surpass anger

“La persona che sono, il lavoro che faccio, insomma, la mia personalità: tutto è stato dettato da questo incidente, almeno così credo. E non sapevo che la persona che ha sparato quel dannato proiettile di gomma, avrebbe cambiato la mia vita per sempre. Mi sono spesso chiesto in seguito chi era, a cosa stava pensando mentre mi sparava e cosa stava facendo nel momento stesso in cui mi ritrovavo a pensarlo.”
Share This

Daily InspirAction_Human_Death is not the end of everything

“Un momento speciale che ho vissuto con mio nonno è avvenuto subito dopo la morte di mia nonna. Sono andato a trovarlo, sapevo che stava male, ma non avevo idea dello stato emotivo in cui l’avrei trovato, visto che lei era stata la sua compagna di vita per ben 65 anni.” John – USA
Share This

Daily InspirAction_Human_Our need for justice

“… Non ho mai dimenticato la nostra conversazione di quella notte; lui mi disse: “è stata una giornata così strana!”. E continuava a raccontarmi: “quando mi sono svegliato stamattina, la guardia mi ha chiesto cosa volevo mangiare a colazione, e lo stesso è accaduto a pranzo, e ancora una volta prima di cena”. Per tutto il giorno le persone gli avevano chiesto: “che cosa posso fare per aiutarti? Hai bisogno di francobolli? Di acqua? Di caffè?”. ...
Share This

Daily InspirAction_Human_Kindness can come from anywhere

“Ora so che questo uomo mi ha messo il cappotto, mi ha nascosto sotto la giacca e mi ha portato al confine tra Germania e Polonia dove vivevano i suoi genitori che mi hanno accolto come una figlia, crescendomi secondo i dettami della tradizione cattolica fino alla fine della guerra.”
Share This

Daily InspirAction_Human_No crops, no wood, no food, no hope

“Per i tuoi figli che piangono ai tuoi piedi, non c’è nessuno che viene a dirti: caro amico mio, prendi questo, è per te, per la tua famiglia, per aiutarvi a sopravvivere nel vostro paese! Così, siamo in attesa della morte, perché ciò che noi chiamiamo vita è finita da un pezzo.”
Share This

Daily InspirAction_Human_The simple pleasures

“Mi alzo la mattina per andare nei campi a coltivare i miei fagioli e il mio mais, e quando arrivo lì e vedo fagioli maturi e mais, oh che gioia! Sono veramente felice che vorrei quasi fermarmi in quel pezzo di terra per sempre, perché un campo di mais e di fagioli è talmente bello che ogni volta dona un cuore fresco, più pulito.” (Maria – Brasile)
Share This

Daily InspirAction_Human_Remembering what makes us

“In Iraq uno dei miei amici è stato colpito da un’autobomba davanti a me. L’ho inseguita dopo con la mia squadra, con uno della mia squadra… volevamo uccidere quel ragazzo perché il mio amico era ferito e urlava disperato. Così abbiamo iniziato a correre il più velocemente possibile, pieni solo di odio e di rabbia.” (USA)
Share This